Cos’è la salute collaborativa?

Cos’è la salute collaborativa?

La salute collaborativa, una tendenza nata dal basso che mette assieme tecnologie e bisogni, tenendo la persona al centro. Attraverso applicazioni e devices, questi sistemi migliorano la cura e innovano il sistema della sanità.

Il concetto di salute collaborativa nasce per la prima volta nel Regno Unito dall’ Health Lab di Nesta e prevede un sistema in cui le persone e i loro bisogni interagiscono con la tecnologia per creare un sistema di assistenza sanitaria sempre più orientato alla collaborazione sinergica.

Al centro di questo sistema vi è la persona e i suoi bisogni che viene coinvolta e partecipa attivamente insieme ad altri attori del sistema sanitario come medici, professionisti, caregiver, nella cura della salute pubblica. Questo sistema infatti vuole unire la componente di innovazione tecnologica al coinvolgimento e la partecipazione attiva di tutte le persone interessate. Infatti, le tecnologie e il loro gradi di innovazione hanno senso di esistere se effettivamente sono pienamente usabili, efficaci e accessibili  all’interno dei sistemi di welfare.

Il sistema della salute collaborativa si articola su diversi livelli. Il primo riguarda sicuramente le App e i devices creati apposta per supportare pazienti, medici e aziende del settore a migliorare l’assistenza sanitaria. Ci sono poi le innovazioni sociali che si basano invece sulle competenze delle comunità di persone che promuovono la salute attraverso sistemi d’inclusione, accessibili a tutti.  Infine, ci sono i progetti di Open Care per fornire soluzioni dal basso di accesso alla cura.

Leggi di più