Le tecnologie smart: binomio vincente per l’assistenza domiciliare

Le tecnologie smart: binomio vincente per l’assistenza domiciliare

Una ricerca americana dimostra che le tecnologie di assistenza domiciliare migliorano la qualità di vita delle persone sotto molti punti di vista: come la salute e la sicurezza. Lo smartphone e la connessione ad internet rappresentano le chiavi di svolta.

Una ricerca del Mckinsey Global Institute, Smart Cities: Digital solutions for more livable future pone l’attenzione sul concetto delle smart city: città intelligenti in cui l’uso della tecnologia migliora la vita della persone sotto molteplici punti di vista: salute, sicurezza, ambiente, partecipazione civica.

L’importanza oggi acquisita dai dispositivi tecnologici come lo smartphone e la connessione ad internet in primis rappresenta una componente strategica per la creazione di città smart. In secondo luogo, non meno importante è lo sviluppo di applicazioni specifiche che sappiano tradurre i dati in informazioni utili che possano essere utilizzate da organismi pubblici ma soprattutto dalle persone. Infatti, la vera efficacia di una città “smart” è data dall’usabilità di tali tecnologie. Prima di aziende e istituzioni, sono le persone che devono usare la tecnologia per migliorare la loro vita, facendo realmente la differenza.

Ecco che sono sempre più numerose le soluzioni tech a portata di tutti. In questo contesto, i dispositivi di assistenza domiciliare rappresentano un grande passo avanti nello sviluppo di soluzioni per migliorare la qualità di vita delle persone. Secondo la ricerca del Mckinsey Global Institute, i sistemi di sicurezza domestica possono diminuire il numero delle aggressioni e dei furti del 30-40%.

Basti pensare a come i dispositivi di assistenza domiciliare possano venire incontro alle esigenze delle persone sole che necessitano di un aiuto nelle loro incombenze quotidiane. Un esempio è GRAMPiT, il dispositivo di assistenza domiciliare che si avvale di uno smartphone, di un’app e di un sistema di sensori che monitorano la persona h24. GRAMPiT ha però una funzione in più che lo rende ancora più efficiente rispetto agli altri dispositivi in commercio. Il sistema di monitoraggio passivo che permette di rilevare qualsiasi anomalia nel consueto svolgimento delle attività quotidiane senza bisogno che la persona in difficoltà segnali l’emergenza.

Usabilità ed efficienza alla base di soluzioni come GRAMPiT: una tecnologia che è facile da utilizzare e che allo stesso tempo fornisce un’assistenza domiciliare a 360 gradi. Un aiuto non indifferente che conferma quanto le tecnologie smart e nello specifico quelle di assistenza domiciliare aiutino nel concreto le persone fornendogli una qualità di vita migliore.