“La cura è di casa”: esempi di buone pratiche di assistenza agli anziani

“La cura è di casa”: esempi di buone pratiche di assistenza agli anziani

“La cura è di casa” è il progetto attivato dalla Fondazione Cariplo con la Fondazione comunitaria Vco, i Ciss e 23 enti e associazioni.

Il progetto nasce con lo scopo di aiutare gli anziani a vivere bene all’interno della propria casa.  Il progetto ha preso in carico 360 anziani la cui media di età è di 81 anni, la maggior parte di loro sono donne. Il progetto che ha l’obiettivo di raggiungere quota 700 anziani entro aprile 2019, si avvale dell’aiuto prezioso di volontari. I volontari accompagnano gli anziani nelle loro attività quotidiane e facendo loro compagnia.

Una sfida messa in atto dalla Fondazione Cariplo che ha finanziato il progetto con 900.000 euro più 160.356,95 raccolti dalla Fondazione comunitaria.

“La cura è di casa” è un progetto lanciato nel territorio del Verbano-Cusio-Ossola e in alcuni comuni del novarese che intende sviluppare una rete di supporto per le persone over65, rendendo così più semplice e immediato l’accesso ai servizi, attivando azioni di prevenzione e monitoraggio e cercando di favorire lo sviluppo di contesti comunitari che facilitino la permanenza e la cura dell’anziano nel proprio domicilio, dando priorità alla qualità delle vita e al benessere psicofisico delle persone.

Sostenere gli anziani in situazioni di fragilità e le loro famiglie, raccogliendo la sfida dell’invecchiamento della popolazione, del conseguente aumento dei carichi di cura e della crescente domanda di servizi per le patologie croniche, così da contrastare la solitudine e l’isolamento rendendo così più semplice e immediato l’accesso ai servizi, attivando azioni di prevenzione e monitoraggio e cercando di favorire lo sviluppo di contesti comunitari che facilitino la permanenza e la cura dell’anziano nel proprio domicilio, dando priorità alla qualità delle vita e al benessere psicofisico delle persone”. (Fonte:welfareinazione.fondazionecariplo.it)