Cadute in casa: gli ostacoli da evitare

Cadute in casa: gli ostacoli da evitare

Sono molti gli ostacoli che provocano le cadute in casa, un fenomeno crescente tra le persone di tutte le età. Ecco come evitarli.

Gli ostacoli che provocano le cadute in casa

Le cadute in casa rappresentano un pericolo evidente per le persone perchè provocano danni  seri alla salute. L’ambiente domestico rappresenta uno dei luoghi in cui è alta la probabilità di avere incidenti.

Molti sono gli ostacoli che possono causare cadute accidentali come ad esempio la scarsa illuminazione, le mattonelle sconnesse oppure le mattonelle con disegni che confondono la deambulazione, un esempio sono quelle a scacchi.

I tappeti, le soglie delle porte, la scale ripide oppure i gradini lisci sono ostacoli molto pericolosi. Da non sottovalutare nemmeno le guide delle scale oppure il bastone, usato in modo improprio perlopiù dalle persone avanti con gli anni.

Le persone maggiormente a rischio

Le persone anziane inoltre hanno un rischio maggiore di cadute in casa perchè trascorrono molto più tempo all’interno della loro abitazione. Ogni anno circa un terzo degli over65 è vittima di incidenti di questo tipo.

Gli anziani che cadono, in maniera anche ripetuta, tendono ad avere deficit nella capacità di svolgere attività quotidiane semplici, sono ad alto rischio di ricovero e di conseguenze di ordine traumatico e psicologico.

Tuttavia, bisogna evidenziare che non sono solo gli anziani ad essere maggiormente esposti agli incidenti domestici. Anche le donne e i bambini sono maggiormente a rischio di subire traumi accidentali dentro casa.

Leggi di più

Miglior cellulare per anziani: perchè non scegliere GrampiT?

Miglior cellulare per anziani: perchè non scegliere GrampiT?

I cellulari sono strumenti indispensabili per tutti noi e nel caso degli anziani che vivono soli lo sono ancora di più. Con GrampiT però puoi fare di più.

C’è la reale esigenza da parte dei parenti di persone anziane di poter mettersi in contatto con i loro cari facilmente perchè da soli e spesso più vulnerabili.

Gli anziani non sono avezzi alle moderne tecnologie ma sempre più spesso c’è bisogno che essi possano mettersi in contatto con le persone care per situazioni d’emergenza oppure per incombenze quotidiane.

In queste situazioni il cellulare viene in aiuto all’anziano solo. Esso ha il vantaggio di essere portato anche fuori casa rispetto a quello fisso. Ecco che sul mercato da tempo sono in commercio soluzioni tecnologiche pensate proprio per gli anziani.

Di solito i telefoni cellulari pensati per questa fascia di età hanno tasti più grandi e pulsanti per le chiamate di emergenza. Sono difatti cellulari con funzioni semplificate senza la connessione ad internet.

Leggi di più

Freddo e gelo: anziani più a rischio

Freddo e gelo: anziani più a rischio

Con l’arrivo del freddo che si è abbattuto sull’Italia negli ultimi giorni, bisogna prendere opportune precauzioni per gli anziani.

Le basse temperature di questi giorni mettono a dura prova la salute delle persone anziane. Gli anziani insieme ai bambini sono le categorie più sensibili ai bruschi cambiamenti climatici. Chi soffre di ipertensione e di malattie legate al cuore è più predisposto ad ammalarsi.

Con il brusco calo delle temperature, gli anziani sono più soggetti a malattie a carico del sistema respiratorio e cardiocircolatorio. Quindi è possibile un riacutizzarsi dell’ influenza e persino della polmonite. Inoltre il freddo favorisce la vasocostrizione che può essere un problema per chi soffre di patologie cardiocircolatorie.

I medici consigliano di non uscire nelle ore più fredde e di non fare sforzi all’aria aperta ma di restare in casa. La temperatura ideale tra le mura domestiche deve essere intorno ai 20 gradi e si deve evitare di esporsi a spifferi.

Leggi di più

Telesoccorso per gli anziani? Grampit può fare di più

Telesoccorso per gli anziani? Grampit può fare di più

L’Italia è un paese di anziani e moltissimi di loro spesso vivono da soli. I loro parenti per questioni di lavoro non possono occuparsi di loro al meglio oppure vivono lontano dalla loro casa.

Ecco che per garantire la sicurezza dei loro cari anziani si ricorre a dispositivi tecnologici come il telesoccorso. Questi dispositivi nascono per far fronte alla necessità di garantire una costante assistenza alle persone anziane.

I dispositivi di telesoccorso sono dispositivi elettronici che vengono installati in casa e si mettono in funzione in caso di necessità. Essi infatti emettono un segnale sonoro di richiesta di aiuto e permettono di effettuare chiamate di emergenza a numeri specifici salvati come quelli dei parenti più prossimi oppure delle forze dell’ordine.

Esistono numerosi tipi di dispositivi di telesoccorso sul mercato a seconda delle esigenze di uso. Esistono quelli da installare in casa e quelli invece che possono essere trasportati fuori perchè dotati di GPS per la localizzazione delle persone.

Tuttavia questi dispositivi sono limitati a poche funzioni. GrampiT invece è il dispositivo tecnologico che integra la funzione del telesoccorso ma fa molto di più.

Leggi di più

Badante H24 è legale? Scopri come risolvere

Badante H24 è legale? Scopri come risolvere

Il lavoro delle badanti H24 non è più legale. A stabilirlo una sentenza della Corte di Cassazione che impone l’obbligo di 11 ore di riposo consecutivo.

Nel 2018 cambia la regolamentazione alla base dei contratti di lavoro delle badanti. Infatti secondo la sentenza n. 24 del 4 gennaio 2018, le badanti hanno diritto a 11 ore di riposo consecutivo.

Alla sentenza si è arrivati grazie al caso di una Onlus di Lecco che forniva personale per l’assistenza familiare h24 sull’assunto che le ore di riposo dei dipendenti non dovessero essere necessariamente consecutive. Tuttavia i giudici hanno stabilito che secondo il decreto legislativo 66 del 2003 che si basa sulla direttiva comunitaria sull’orario di lavoro, tutti i lavoratori hanno diritto ad 11 ore di riposo minimo giornaliero da fruire in modo consecutivo.

La sentenza impone multe salate a chi trasgredisce nonchè una denuncia per sfruttamento di manodopera. Inoltre viene a cadere anche la formula del vitto e alloggio che sovente è offerta alla badante nel contratto di lavoro. Infatti, il lavoratore non ha più l’obbligo di accettare tale formula.

Leggi di più

Anziani soli sempre più a rischio di truffe

Anziani soli sempre più a rischio di truffe

Le truffe agli anziani sono all’ordine del giorno. L’ultima in provincia di Oristano. Un finto imprenditore truffava gli anziani vendendo biancheria nelle loro case.

Gli anziani che vivono da soli sono spesso vittime di truffe all’interno della loro casa. Ormai il fenomeno delle truffe alle persone anziane è all’ordine del giorno. I malfattori s’introducono nelle case degli anziani soli e approfittando della loro vulnerabilità, estorcono denaro con molta facilità.

Finti carabinieri, avvocati o semplici funzionari del servizio elettrico si approfittano della buona fede della persona sola e gli portano via i risparmi di una vita. L’anziano che vive spesso una condizione di solitudine, che deve badare a se stesso in maniera autonoma, si vede privato di quel poco che magari ha messo da parte con tanta fatica.

Dopo essersi assicurati il malloppo, i truffatori scappano lasciando il povero nonno in condizioni disperate. Ormai le notizie che parlano di queste truffe si rincorrono. Purtroppo molto spesso una volta individuate e smascherate dalle forze dell’ordine, ecco che ne nascono di nuove.

Leggi di più

GRAMPiT © 2018 diritti riservati Privacy Policy. Servizio basato su brevetto per invenzione industriale.