Cadute in casa: gli ostacoli da evitare

Cadute in casa: gli ostacoli da evitare

Sono molti gli ostacoli che provocano le cadute in casa, un fenomeno crescente tra le persone di tutte le età. Ecco come evitarli.

Gli ostacoli che provocano le cadute in casa

Le cadute in casa rappresentano un pericolo evidente per le persone perchè provocano danni  seri alla salute. L’ambiente domestico rappresenta uno dei luoghi in cui è alta la probabilità di avere incidenti.

Molti sono gli ostacoli che possono causare cadute accidentali come ad esempio la scarsa illuminazione, le mattonelle sconnesse oppure le mattonelle con disegni che confondono la deambulazione, un esempio sono quelle a scacchi.

I tappeti, le soglie delle porte, la scale ripide oppure i gradini lisci sono ostacoli molto pericolosi. Da non sottovalutare nemmeno le guide delle scale oppure il bastone, usato in modo improprio perlopiù dalle persone avanti con gli anni.

Le persone maggiormente a rischio

Le persone anziane inoltre hanno un rischio maggiore di cadute in casa perchè trascorrono molto più tempo all’interno della loro abitazione. Ogni anno circa un terzo degli over65 è vittima di incidenti di questo tipo.

Gli anziani che cadono, in maniera anche ripetuta, tendono ad avere deficit nella capacità di svolgere attività quotidiane semplici, sono ad alto rischio di ricovero e di conseguenze di ordine traumatico e psicologico.

Tuttavia, bisogna evidenziare che non sono solo gli anziani ad essere maggiormente esposti agli incidenti domestici. Anche le donne e i bambini sono maggiormente a rischio di subire traumi accidentali dentro casa.

Le statistiche

Le percentuali parlano chiaro: il 5-10% di chi cade riporta un trauma cranico, il 6% una frattura, l’1% si rompe il femore, episodio che aumenta il 30% il rischio di morte ad un anno dall’incidente. Fino al 73% di chi cade sviluppa una sindrome ansiosa depressiva e tende ad isolarsi. Le ragioni per cui si cade sono diverse: debolezza muscolare, disturbi dell’andatura e posturali, problemi di vista, artrosi, depressione e demenza.

Come fare ad evitare le cadute in casa?

Per evitare le cadute in casa occorre intervenire sulla loro causa. Aggirare gli ostacoli che si possono incontrare nell’ambiente domestico è piuttosto semplice. Un esempio è l’installazione di maniglioni di supporto nei bagni, la rimozione di ostacoli, evitare farmaci che agiscono sul sistema nervoso centrale e causano le cadute come le benzodiazepine. Con pochi semplici accorgimenti, gli esperti ci informano che si può ridurre il rischio di caduta del 40%.

Prevenzione e controllo in casa e fuori casa

Per avere un aiuto concreto per far fronte agli incidenti domestici, ci si può affidare anche alla tecnologia. GRAMPiT èun sofisticato sistema di sicurezza sempre attivo che riconosce automaticamente pericoli e anomalie. GRAMPiT tiene alla sicurezza della persona a 360 gradi: sia in casa che fuori.

Il sistema controlla continuamente l’attività all’interno dell’abitazione attraverso pochi dispositivi che imparano a riconoscere le abitudini e il regolare svolgimento della vita quotidiana. Ogni volta che il sistema riconosce anomalie indicative di un problema o di un potenziale pericolo i familiari vengono immediatamente informati.

Il sistema si estende in mobilità attraverso l’integrazione di dispositivi accessori e permette la condivisione della posizione con i propri familiari, la condivisione di eventi quali l’uscita dall’abitazione o l’allontanamento.
Il sistema inoltre monitora lo stato e il livello di carica del telefono cellulare, ne incentiva l’uso, ricorda di ricaricarlo e di portarlo con se minimizzando la possibilità di rimanere isolati in mobilità.

GRAMPiT è la soluzione amica che permette di evitare gli incidenti domestici in casa, attraverso il monitoraggio continuo della persona.

GRAMPiT © 2018 diritti riservati Privacy Policy. Servizio basato su brevetto per invenzione industriale.