Blog

“La cura è di casa”: esempi di buone pratiche di assistenza agli anziani

“La cura è di casa”: esempi di buone pratiche di assistenza agli anziani

“La cura è di casa” è il progetto attivato dalla Fondazione Cariplo con la Fondazione comunitaria Vco, i Ciss e 23 enti e associazioni.

Il progetto nasce con lo scopo di aiutare gli anziani a vivere bene all’interno della propria casa.  Il progetto ha preso in carico 360 anziani la cui media di età è di 81 anni, la maggior parte di loro sono donne. Il progetto che ha l’obiettivo di raggiungere quota 700 anziani entro aprile 2019, si avvale dell’aiuto prezioso di volontari. I volontari accompagnano gli anziani nelle loro attività quotidiane e facendo loro compagnia.

Una sfida messa in atto dalla Fondazione Cariplo che ha finanziato il progetto con 900.000 euro più 160.356,95 raccolti dalla Fondazione comunitaria.

Leggi di più

Freddo e gelo: anziani più a rischio

Freddo e gelo: anziani più a rischio

Con l’arrivo del freddo che si è abbattuto sull’Italia negli ultimi giorni, bisogna prendere opportune precauzioni per gli anziani.

Le basse temperature di questi giorni mettono a dura prova la salute delle persone anziane. Gli anziani insieme ai bambini sono le categorie più sensibili ai bruschi cambiamenti climatici. Chi soffre di ipertensione e di malattie legate al cuore è più predisposto ad ammalarsi.

Con il brusco calo delle temperature, gli anziani sono più soggetti a malattie a carico del sistema respiratorio e cardiocircolatorio. Quindi è possibile un riacutizzarsi dell’ influenza e persino della polmonite. Inoltre il freddo favorisce la vasocostrizione che può essere un problema per chi soffre di patologie cardiocircolatorie.

I medici consigliano di non uscire nelle ore più fredde e di non fare sforzi all’aria aperta ma di restare in casa. La temperatura ideale tra le mura domestiche deve essere intorno ai 20 gradi e si deve evitare di esporsi a spifferi.

Leggi di più

Telesoccorso per gli anziani? Grampit può fare di più

Telesoccorso per gli anziani? Grampit può fare di più

L’Italia è un paese di anziani e moltissimi di loro spesso vivono da soli. I loro parenti per questioni di lavoro non possono occuparsi di loro al meglio oppure vivono lontano dalla loro casa.

Ecco che per garantire la sicurezza dei loro cari anziani si ricorre a dispositivi tecnologici come il telesoccorso. Questi dispositivi nascono per far fronte alla necessità di garantire una costante assistenza alle persone anziane.

I dispositivi di telesoccorso sono dispositivi elettronici che vengono installati in casa e si mettono in funzione in caso di necessità. Essi infatti emettono un segnale sonoro di richiesta di aiuto e permettono di effettuare chiamate di emergenza a numeri specifici salvati come quelli dei parenti più prossimi oppure delle forze dell’ordine.

Esistono numerosi tipi di dispositivi di telesoccorso sul mercato a seconda delle esigenze di uso. Esistono quelli da installare in casa e quelli invece che possono essere trasportati fuori perchè dotati di GPS per la localizzazione delle persone.

Tuttavia questi dispositivi sono limitati a poche funzioni. GrampiT invece è il dispositivo tecnologico che integra la funzione del telesoccorso ma fa molto di più.

Leggi di più

Neurone von Economo: il segreto della super memoria degli ultranovantenni

Neurone von Economo: il segreto della super memoria degli ultranovantenni

Una ricerca della Northwestern University afferma che i superagers, ossia gli ultraottantenni hanno una funzione cerebrale superiore.

Una memoria vispa e lucida quella degli anziani over 80. I ricercatori americani in uno studio chiamato “90+” che ha analizzato persone con età compresa tra gli 80 e i 100 anni hanno dimostrato come la loro mente sia più attiva delle persone 80enni o addirittura più giovani.

I cosiddetti superagers analizzati non conducevano una vita sana, anzi bevevano, fumavano e prendevano caffè. Un risultato davvero sorprendente. Secondo i ricercatori il motivo di tutto ciò è dovuto alla presenza del “neurone von Economo” che nel cervello degli anziani analizzati è presente in proporzioni maggiori.

Leggi di più

I benefici della ginnastica dolce per gli anziani

I benefici della ginnastica dolce per gli anziani

Fare movimento è necessario per mantenersi attivi ma soprattutto in buona salute. Se questo è vero per i giovani, lo è anche per le persone più avanti con gli anni.

In età avanzata è molto importante praticare esercizio fisico. In particolare modo è consigliata la ginnastica dolce. La ginnastica deve essere concepita su misura per gli anziani al fine di permettere la flessibilità muscolare, la capacità motoria, la fluidità dei movimenti.

Per tale motivo, bisogna eseguire un piano di esercizi specifici per il proprio stato di salute. In generale la ginnastica dolce interessa testa e collo, arti superiori e inferiori, busto. I movimenti sono lenti e graduali, fatti a più riprese meglio se in compagnia di altre persone.

Leggi di più

Italia in ritardo per servizi agli anziani

Italia in ritardo per servizi agli anziani

L’Italia è soltanto quindicesima per misure come l’accesso ai servizi o l’uso di tecnologie che aiutino nella quotidianità gli anziani.

La Società Italiana di Gerontologia e Geriatria (SIGG) in occasione del convegno “Invecchiamento attivo e autodeterminazione per il fine vita: strategie di tutela dell’anziano” lancia un appello: migliorare la sicurezza degli anziani pensando a politiche di sostegno alla famiglia che ne migliorino la sicurezza sociale.

L’Italia risulta essere in ritardo rispetto agli altri paesi europei per quanto riguarda l’accesso ai servizi che aiutino gli anziani nella loro quotidianità. I servizi per l’anziano sono spesso carenti e ci sono forti disparità tra regione e regione.

La SIGG sottolinea come anche la disponibilità di specialisti in Geriatria sia molto bassa rispetto al fabbisogno nazionale. L’Italia è un paese che sta invecchiando e non ci sono politiche e servizi strutturati che possano rispondere ai bisogni degli anziani.

La visita geriatrica ad esempio non rientra tra i livelli essenziali di assistenza ma risulta tra le prestazioni generiche chiosa Raffaele Antonelli Incalzi, presidente SIGG. Affinchè agli over 65 venga garantito un maggiore accesso ai servizi sanitari bisogna integrare sostegno sanitario e supporto sociale.

Leggi di più