Il Blog di Grampit

giovani_oggi_over65

I giovani di oggi? Sono gli over 65

Uno studio del  McCannTruth Central su 30 paesi del mondo compresa l’Italia evidenzia come i comportamenti delle fasce d’età si siano invertiti. Gli over 65 pensano e vivono come i giovani 30enni.

Uno studio davvero interessante quello condotto dal McCannTruth Central sulle abitudini di vita e i comportamenti di circa 24mila persone nel mondo. L’indagine ha messo in evidenza come le persone intorno ai 70 anni siano più ottimiste nei confronti della vita rispetto invece ai 20enni o ai 30enni.

Tra i risultati più interessanti emergono quelli italiani. In Italia infatti invecchiare non è poi visto in maniera così negativa. Il 70% delle persone intervistate afferma di avere un’attitudine positiva nei confronti della vecchiaia. Infatti si è più liberi di coltivare le proprie passioni e di mantenere mente e spirito attivi.

Le persone over 65 si dedicano alla cura del proprio corpo facendo più attività fisica e lanciandosi in nuove relazioni amorose. Per contro, invece la metà dei 30enni risulta avere un atteggiamento più prevenuto nei confronti della vecchiaia rispetto alle persone più mature (in media il 43%).

Vita attiva, relazioni intensificate ma soprattutto mangiare bene sono gli ingredienti per invecchiare felicemente secondo gli italiani.

Questo cambio dei modelli di comportamento tra le fasce di età porta le aziende e i brand a doversi adattare. Bisogna infatti cambiare le attività di comunicazione, in quanto le esigenze della popolazione tendono a cambiare. Anzi le esigenze degli over 65 tendono sempre più a sovrapporsi a quelle delle persone tra i 20 e i 30 anni.

In primis l’uso della tecnologia che ormai è parte integrante delle attività di ognuno di noi, dal più giovane al più maturo. Anche Grampit rientra tra quei dispositivi pensati e realizzati per far fronte alle esigenze sempre più trasversali delle persone over 65.

Grampit è pensato per mettere in contatto la persona più matura con il suo parente più prossimo. Due fasce d’età a confronto con esigenze diverse ma sotto alcuni punti di vista sempre più vicine. Da una parte la persona che necessita assistenza ma che può in qualsiasi momento far ricorso ad una dispositivo facile e veloce da utilizzare. Dall’altra il suo parente più giovane che mediante la stessa tecnologia può fornigli aiuto e assistenza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *